Razionale

Nella realtà dell’Emilia Romagna c’è un incidenza costante di Epatocarcinoma. I pazienti con Epatocarcinoma hanno una condizione clinica molto complessa dovuta a molteplici fattori clinici e diagnostici: neoplasia caratterizzata da elevata eterogeneità clinica e biologica; prognosi molto variabile, coinvoilgimento di numerosi specialisti (oncologo, epatologo, chirurgo, radiologo) e paziente anziano con fragilità fisiche, cognitive e comorbidità.

A fronte di tale situazione, sono state elaborate le Raccomandazioni Multisocietarie Italiane (AISF, AIOM, IT-IHPBA, SIC, SIRM, SITO) di tutte le società scientifiche coinvolte nella gestione assistenziale del paziente con Epatocarcinoma.

Tale impostazione multisocietaria auspica di contribuire ad una omogeneizzazione e ottimizzazione dell’approccio sia diagnostico che di cura del paziente con Epatocarcinoma. Il progetto in linea con le ultime raccomandazioni multisocietarie, ha l’obbiettivo di far incontrare tutte le figure mediche coinvolte nella gestione dei pazienti con epatocarcinoma dell’Area Vasta Romagna (AVR) per affrontare le problematiche dell’HCC e garantire l’uniformità di accesso alle migliori terapie disponibili.