Razionale

La chirurgia mini-invasiva è senza dubbio la metodica oggi più utilizzata ed efficace nella chirurgia urologica e ne vengono ormai riconosciuti unanimemente i vantaggi sia per il paziente sia per la struttura ospedaliera. Numerosi sono stati negli ultimi decenni i progressi tecnologici e metodologici della disciplina urologica, a partire dall’introduzione della chirurgia endourologica, seguita poi dalla tecnica laparoscopica ed infine dall’utilizzo della chirurgia robotica. Si riconosce ormai alle tecniche mini-invasive una rilevante “superiorità” in termini di risultati oncologici e funzionali rispetto alla maggior parte delle tecniche tradizionali, pur restando sempre fondamentale la preparazione dell’operatore, oltre che l’esperienza del centro ospedaliero di riferimento. E’ tuttavia ancora oggi di grande attualità il dibattito scientifico, alimentato anche da recenti studi pubblicati sulle nostre riviste, in relazione alla scelta tra robot o chirurgia “tradizionale”. L’incontro “Laparoscopy in Motion: Live Surgery” trae spunto proprio da questo dibattito, nella consapevolezza che la tecnica laparoscopica ricopre ancora oggi un ruolo ed uno spazio importanti in un'era che vede il superamento delle tecniche invasive a favore di approcci tecnologicamente sempre più sofisticati. Alcuni tra i più significativi interventi uro-oncologici saranno condotti da illustri ed esperti Colleghi, che hanno dato la propria generosa disponibilità a condividere con i partecipanti la propria esperienza chirurgica. A completamento del percorso chirurgico, è in programma uno spazio di approfondimento scientifico su temi attuali attinenti alla nostra disciplina, nonché un momento finale di condivisione di riflessioni di sintesi a margine della giornata.