Razionale

RIUNIONE NAZIONALE PERIPLO 2017

Il modello a Rete è il nuovo paradigma della sanità Italiana. La Rete è un sistema organizzativo che ha come scopo principale il mantenimento ed il miglioramento continuo della qualità in un’ottica di impiego attento ed equilibrato delle risorse disponibili. L’appropriatezza è il perno fondamentale intorno a cui devono ruotare tutti le componenti e sfaccettature della qualità. E’ dunque necessario poter monitorare la situazione di partenza e gli auspicati nonché programmati miglioramenti misurando in qualche modo questi “passi in avanti”.

Da qui la necessità di indicatori che possano descrivere nel modo più fedele possibile una realtà complessa come quella della salute e delle prestazioni sanitarie, tanto più in oncologia. La migliorata probabilità di cura, il prolungamento della sopravvivenza e una “cronicizzazione” della malattia che tenga conto anche della qualità della vita, sono gli obiettivi della moderna oncologia. Nonostante i progressi compiuti nell’ambito della prevenzione, della diagnostica molecolare e delle terapie, molto è ancora necessario fare per rispondere alle giuste aspettative dei pazienti oncologici.

La sfida di fronte a noi, è il saper coniugare umanizzazione, innovazione e sostenibilità. L’elaborazione di percorsi diagnostico terapeutici e assistenziali (PDTA) condivisi e la loro applicazione in ambito di reti assistenziali codificate, rappresentano una concreta risposta al difficile equilibrio tra innovazione e sostenibilità. E’ infatti intuitivamente evidente che un ritardo diagnostico, una diagnostica molecolare non corretta, un intervento chirurgico inappropriato possono giocare un ruolo rilevante sull’esito finale e possono vanificare in tutto o in parte l’eventuale vantaggio di un farmaco innovativo.

I PDTA consentiranno di definire i costi standard delle patologie oncologiche, individuare gli indicatori di processo e di esito, misurare l’impatto delle innovazioni tecnologiche e farmacologiche nella realtà clinica, ottimizzare l’efficacia dei nuovi farmaci.

 

PRIMA CONFERENZA ANNUALE DEI CENTRI DI SENOLOGIA DELLA RETE ONCOLOGICA PIEMONTE VALLE D'AOSTA

La Rete Oncologica del Piemonte e della Valle d’Aosta ha identificato nel 2015 gli ospedali HUB, accreditati dalla rete come Centri che per caratteristiche strutturali e organizzative garantivano le migliori cure.

Nel 2017 si è passati alla definizione di indicatori di struttura, processo ed esito che permettano una valutazione più precisa e confrontabile.