Razionale

Le Società scientifiche coinvolte nel Progetto TMD (AIOM, AIRB, AIRO, AUrO, CIPOMO, SIU, SIUrO) stanno portando avanti da tre anni un lavoro approfondito sulle patologie uro-oncologiche per fornire documenti condivisi rivolti, tra gli altri, agli stakeholders istituzionali.

I punti imprescindibili rimangono la gestione multidisciplinare e multi professionale del paziente oncologico in generale e con neoplasie genito-urinarie in particolare, la centralità del paziente nel processo decisionale clinico e assistenziale e la necessità di una formazione all’interdisciplinarietà e al management condiviso.

Lo strumento del PDTA rappresenta una soluzione organizzativa-gestionale che rende possibile maggiore appropriatezza diagnostico-terapeutica, adesione a programmi di riabilitazione e di follow up, riproducibilità delle azioni e dei percorsi, e chiara identificazione degli attori coinvolti in ciascuna fase del percorso e del profilo di responsabilità. In aggiunta il PDTA consente adattabilità e flessibilità alla realtà specifica e aggiornamento e miglioramento dei processi e dei percorsi, indicando la migliore sequenza temporale e spaziale delle attività da svolgere nel contesto di una determinata situazione organizzativa e di risorse.

Dopo aver approvato gli standard e gli item per la gestione multidisciplinare e multiprofessionale dei pazienti con carcinoma prostatico nella Consensus Conference del 2016, le sette Società Scientifiche impegnate hanno lavorato quest’anno alla definizione del PDTA e degli indicatori per il tumore della prostata e della vescica. L’appuntamento di dicembre 2017 è quindi finalizzato alla condivisione del lavoro svolto per queste due patologieda parte di tutti gli specialisti coinvolti, oltre alla presentazione del work in progress nel tumore del rene, del testicolo e del pene.

DOWNLOAD RELAZIONI
 

Lettera Ministro Beatrice Lorenzin

Sostenibilità e appropriatezza - A. Federici

PDTA - L’importanza del “Patient Engagement” - E. Fiorini

Progetto di riorganizzazione delle reti oncologiche regionali il ruolo di agenas - F. Riccio

TMD - M. Clerico

TMD PROSTATA - M. Del Vecchio

Linee Guida: Ruolo dell’Istituto Superiore di Sanità - P. Iannone