Razionale

RAZIONALE
Il tumore del polmone è la neoplasia con la mortalità più alta nella maggior parte dei paesi occidentali. Il trattamento di questa neoplasia è in continua evoluzione, grazie alle progressive scoperte dei meccanismi molecolari che ne causano l’insorgenza e la resistenza alle terapie oncologiche.
Il percorso diagnostico-terapeutico assistenziale (PDTA) condiviso tra le varie figure specialistiche coinvolte diventa pertanto cruciale per garantire al paziente una diagnosi cito-istologica e molecolare in tempi rapidi ed il conseguente programma di trattamento più idoneo. Il team multidisciplinare assume quindi un ruolo fondamentale nella gestione del paziente con sospetta neoplasia polmonare e la stesura di un PDTA aziendale si pone come obiettivo finale di garantire a tutti i pazienti affetti da tumore al polmone non a piccole cellule (NSCLC) una medicina personalizzata che tenga conto, da un lato, delle caratteristiche biologiche del tumore e, dall’altro, dei bisogni del singolo paziente, per ottenere come ricaduta la migliore sopravvivenza e qualità di vita dell’individuo. La definizione del PDTA garantisce anche una corretta allocazione di risorse indispensabile per rendere oggi governabile il sistema. L’obiettivo del corso è quello di identificare eventuali criticità del PDTA aziendale mediante la verifica dell’aderenza alle linee guida nazionali ed internazionali per un corretto approccio diagnostico, stadiativo e terapeutico. L’intervento di un esperto di clinical governance del sistema socio sanitario lombardo, aiuterà a definire la miglior strutturazione delle lung unit ed il corretto management del paziente con sospetta neoplasia polmonare.