Razionale

L’aumentata incidenza delle neoplasie urologiche, il prolungamento dell’età media e l’aumentata aspettativa di vita associata ad una costante e progressiva crescita tecnologica hanno portato nell’ultimo ventennio allo sviluppo e alla codifica di nuove tecniche atte al trattamento di queste neoplasie. 
In particolare nell’ambito della patologia tumorale prostatica si stanno aprendo da qualche anno a questa parte sempre maggiori spazi allo sviluppo ed utilizzo di terapie ablative mini-invasive volte alla cura della malattia riducendo gli effetti collaterali. In questo contesto la cosiddetta “Focal Therapy” si presenta come una metodica che può essere vincente, ma il cui utilizzo deve attualmente essere correttamente modulato dall’urologo all’interno di trial clinici fintanto che dati più robusti non possano documentarne l’efficacia. Scopo di questa sessione è focalizzare l'attenzione sulle migliori evidenze disponibili sull’utilizzo di queste modalità ablative e conseguenti prospettive future.