Razionale

Il ruolo centrale della medicina territoriale è ufficializzato dall’apertura alla prescrivibilità di farmaci fino adesso affidati ai Piani Terapeutici, terreno esclusivo di medici specialisti.  
Con l'allargamento delle potenzialità di prescrizione previsto dalla Nota 97 emerge la necessità di un confronto aperto tra specialisti e medici di medicina generale mirato a definire i criteri di scelta,  monitoraggio e sorveglianza per i pazienti con fibrillazione atriale a rischio di tromboembolismo. 
Gli anticoagulanti orali diretti hanno costituito una delle maggiori innovazioni nella gestione della fibrillazione atriale negli ultimi anni e il loro corretto impiego richiede un novero di conoscenze da combinare con l'esperienza diretta, nella pratica clinica. 
A un anno dall’ufficializzazione della Nota 97 è appropriato focalizzare l’attenzione sull’uso degli anticoagulanti su pazienti cronici e non, portando l’esperienza del territorio in un confronto con gli specialisti ospedalieri, nell’ottica di una condivisione e di uno scambio costruttivo.

 


LE ISCRIZIONI APRIRANNO A BREVE