IPB - Ipertrofia Prostatica Benigna - Una Gestione Consivisa

PREMESSA

Se la difficoltà di una formazione di base sulle patologie urologiche di maggior impatto epidemiologico e di maggior costo sociale è l’elemento di resistenza a una reale integrazione tra Medico di Medicina Generale e Specialista, la soluzione proposta è favorire una corretta selezione del paziente utilizzando gli strumenti più semplici di cui può disporre l’MMG e individuando, grazie a scelte condivise, quale sia la tipologia di paziente o la fase di malattia su cui può meglio agire lo Specialista.

DESCRIZIONE

Trattasi di un modello di formazione del Medico di Medicina Generale, applicato alle più comuni, epidemiologicamente parlando, patologie urinarie del maschio adulto (con ovvia prevalenza dell’IPB) con la mediazione culturale della Società Italiana di Urologia. L’Obiettivo, realizzato favorendo l’aggregazione di gruppi omogenei (U.O.Urologia e i Medici di Famiglia del territorio di riferimento ), è: • acquisire informazioni aggiornate utili per la gestione del paziente con IPB, privilegiando i momenti di discussione orientata; • condividere uno strumento di screening e di valutazione dello stato di salute “urologica” che faciliti un approccio precoce del Medico di Famiglia al paziente con sintomatologia lieve-media e semplifichi ( integrando linee guida e opzioni specialistiche) il percorso decisionale e il modello di intervento; • implementare il percorso ideale tra Ospedale e Territorio, perfezionando nelle pratiche dei professionisti di first e second opinion un modello (necessariamente, “locale”) di condivisione del paziente.

MEMBRI DEL BOARD:

Paolo Gontero, Vincenzo Mirone, Giuseppe Vespasiani

Elenco completo date 2013

Elenco completo date 2014

Ipertrofia Prostatica Benigna - Una Gestione Consivisa